La piscina nell'immaginario collettivo

La piscina ha molti significati nell’immaginario collettivo, e nel ventesimo secolo la possiamo senz’altro associare a concetti come il divertimento, il relax, lo stare in compagnia, l’abbronzatura, ma anche il lusso e il benessere, e il fitness. Ci sono anche altre sensazioni che vengono associate alla piscina, e andiamo a scoprirle con l’aiuto del cinema, che da sempre anticipa e allo stesso tempo segue il pensiero comune.

Sicuramente tutti abbiamo nella memoria qualche scena cinematografica memorabile nella quale c’è una piscina, perché da Marilyn Monroe a Leonardi Di Caprio, questa scenografia è stata sempre molto sfruttata. Andiamo ad analizzare però solo qualche film recente, diciamo del XXI secolo.

IMG_3994b-1500x880

Le piscine nei film

Nel film “Scoop”, del 2006, interpretato da Woody Allen (che ne è anche il regista) e Scarlett Johansson, i due, fingendosi padre e figlia, riescono a intrufolarsi nell’esclusivo club con una piscina la cui sontuosità lascia a bocca aperta. La protagonista, facendo finta di affogare, si lascia salvare dall’uomo che era la sua preda. Il tema del finto salvataggio (o forse del finto annegamento) è sempre stato legato alla piscina, ma ne cela altri più comuni: il flirt a bordo vasca, il costume da bagno e la sensualità, l’acqua come luogo privilegiato per lo sbocciare della passione.

Temi che ritroviamo anche in “Last night”, del 2010, con Sam Worthington ed Eva Mendes, dove il protagonista, dopo un bacio rubato dalla controparte femminile, e dopo averle ribadito di essere sposato con un’altra donna, accetta comunque di seguirla nella piscina riscaldata dell’hotel, dove, flirt dopo flirt sbocca la passione. Errore fatale quello di aver sottovalutato il potere incantato della piscina.

Quando si dive "una cornice di stelle"

Molto più originale e incredibilmente attrattiva è l’idea della piscina che viene presentata in “Passengers”, del 2016, con Jennifer Lawrence. Nemmeno il Burj al- Arab, uno dei grattacieli più lussuosi del mondo con la sua vertiginosa piscina a sfioro che circonda il terzultimo piano della torre, a circa 200 metri, con una vista a 360 gradi sulla costa può offrire una visuale simile a quella immaginata da questo film: la Lawrence si trova a fare il bagno in una piscina all’interno di un’astronave in viaggio a velocità ultraluce verso una stella lontana, e la vista offerta attraverso bordo di vetro che sporge dall’astronave è… sull’universo!

Contattaci ora

Se sei pronto a far parte di un film dove il protagonista e il regista sei tu, contatta ora Piscine Salento per un preventivo e un sopralluogo gratuiti per piscine chiavi in mano!